Sulla posizione strategica di questo pianoro, i francesi piazzarono nel 1808, un cannone per la difesa del settore sud dell'Isola. Nel '900 e durante il soggiorno della folta colonia di artisti tedeschi che vi sostavano per dipingere, prese il nome di "Mahler Platte" (Piazzetta dei Pittori).
Da qui si possono ammirare i Faraglioni, lo Scoglio delle Sirene, la Certosa, i Giardini di Augusto e la Grotta delle Felci, importante stazione preistorica, dove sono stati rinvenuti reperti databili dall'era paleolitica all'età del bronzo.

Come arrivarci
Da Piazza Umberto I, per via Madre Serafina e via Castello.
Tempi: 20 minuti.