Si articola in due nuclei abitativi: uno delimitato dalle Vie M. Serafina, S. Aniello, l’Abate e Posterla (piccola porta), sviluppatosi intorno alle Case Grandi dopo il 1300; l’altro, sul lato nord (dietro Piazza Umberto I), ma molto più antico, sorto intorno alla piccola chiesa di S. Maria delle Grazie (scolo XI), parrocchia di Capri fino al 1556.
Intorno si diramano le vie Listrieri (strettoie), Li Curti, Parroco Canale, Le Botteghe e Longano (dal greco longones=grandi pietre), la quale si snoda lungo le mura megalitiche del VII sec. A.C.
Questi due quartieri erano costituiti da piccole case con altrettante piccole “corti” chiuse, spesso contigue ed attraversate dalle strette strade coperte a volta che potevano essere facilmente sbarrate per la difesa contro le incursioni saracene.