Nel 1862, allo scrittore francese Maxime Du Camp, Marina Grande apparve come "...un'esigua spiaggia cosparsa di ciottoli e ingombra di barche tirate a secco, una fila di case dal tetto piatto allineate di fronte al mare...".
Mancando il porto, le persone che arrivavano erano costrette a scendere sull'arenile, portate a cavalcioni dai marinai. Solo nel 1876 fu costruito un rudimentale pontile ed occorrerà attendere il 1928 per la costruzione di una prima banchina destinata alle operazioni di sbarco e di imbarco.
Al termine dell'attuale molo, su piazza Vittoria, è ubicata la stazione della funicolare per Capri, quella degli autobus per Capri ed Anacapri ed il posteggio dei taxi.
A sinistra del piazzale, proseguendo per via Cristoforo Colombo, superato il "largo Fontana" ed il borgo marinaro, si raggiunge il porto turistico.