Costruita in riva al mare e ancora denominata "Palatium", fu la residenza preferita da Ottaviano Augusto.
Restano pochi ruderi dopo le continue spoliazioni subite, specie nel XVIII secolo. Si estendeva per circa 850 metri lungo la costa. Sono ancora visibili, tra l'altro, i resti di un'esedra e di un piccolo bacino portuale, oggi denominati Bagni di Tiberio.

Come arrivarci
È raggiungibile, nei mesi estivi, dalla spiaggia di Marina Grande, mediante un servizio di motobarche (10 min.).
Da Marina Grande, per l'omonima via che inizia nei pressi della Chiesa di San Costanzo (30 min.).