La chiesa della Croce (San Michele della Croce) prende il nome, insieme a tutta la contrada, per la gran croce che si trova sulla sovrastante collina.
Gli elementi architettonici della chiesetta testimoniano un lungo succedersi di epoche di costruzione nel tempo e di conseguenza ben riconoscibili.
Il corpo originario è risalente agli inizi del XII secolo e dedicato a S. Maria del Rifugio, probabilmente per la vicinanza alla grotta di S. Michele, rifugio nel corso delle escursioni piratesche.
Durante l'occupazione inglese del 1806 la chiesa rappresentò un deposito di polvere da sparo a causa della sua ubicazione nei pressi di un "forte" costruito sul monte.
Già nel 1803 a questa chiesa venne trasferito il culto di San Michele Arcangelo dalla più antica chiesetta di Cesina.

Come arrivarci
Da Piazza Umberto I, percorrendo le Vie Longano e Sopramonte oppure, sempre da Piazza Umberto I, le vie Le Botteghe, Fuorlovado e Croce (15 min.).