Lussureggiante e straordinaria. Di origine calcarea, Capri è l'isola mediterranea che ha visto nel tempo passare artisti, intellettuali e scrittori, tutti rapiti dalla sua ipnotica bellezza. Il mito di Capri, infatti, non ha eguali nel mondo: è un mix di storia, mondanità, cultura, eventi. Natura e bellezza qui si incontrano tutti i giorni per tutto l'anno, grazie a una lussureggiante fauna e a una flora ricchissima. Il clima mite, poi, coccola dolcemente gli ospiti di questo luogo incantevole, che rggiungono la cifra quotidiana di 2.200.000 da marzo a novembre.
Ricchi ed eccentrici visitatori a partire dall'Ottocento la prescelsero come residenza abituale o, al contrario, stagionale. Tra questi, ricordiamo il poeta cileno Pablo Neruda e la scrittrice Isabel Allende, il filosofo francese Jean Paul Sartre, lo scrittore russo Maksim Gorkj e l'esule Lenin, il poeta tedesco Rainer Maria Rilke e dal mondo anglosassone gli scrittori Oscar Wilde, Graham Greene, Joseph Conrad, David Herbert Lawrence.

OSPITALITÀ SENZA FINE
La cultura dell'accoglienza e dell'ospitalità qui a Capri è davvero secolare. E l'offerta turistica è ampia e diversificata, proprio per soddisfare i diversi gusti degli ospiti (400.000 in media ogni anno), che giungono qui desiderando di trascorrere il tempo libero alla ricerca del silenzio, della genuinità e della buona cucina, il gusto semplice e caratteristico di certi piatti come l'insalata Caprese e la Torta di mandorle sono non a caso noti ovunque.
Capri è anche moda e artigianato. Botteghe e sartorie artigianali sin dagli anni Cinquanta hanno vestito i più celebri personaggi del mondo della cultura come lo scrittore Steinbeck dello spettacolo e del jet set. Jacqueline Kennedy, Grace Kelly e Clark Gable hanno scelto la raffinata e inconfondibile creatività italiana mentre soggiornavano sull'isola. I più importanti Atelier dell'alta moda internazionale, inoltre, si affiancano alle botteghe tradizionali per i più esigenti.

PATRIMONIO STORICO
Le rovine romane di Villa Jovis e Villa Damecuta le due residenze dell'imperatore Tiberio che scelse l'isola dal 27 al 37 d.C. e la Certosa di San Giacomo, convento eretto dai Certosini nel Trecento: sono questi gli scenari storici dell'isola di Capri che fanno da sfondo ai turisti provenienti da tutto il mondo.
Ma Capri è soprattutto un luogo dove si possono fare delle splendide e lunghe passeggiate, immersi nel silenzio, in verdi giardini affascinanti o per i sentieri che affiancano campi coltivati a vigna, magari per gustare il vino "Capri" DOC. Poi c'è il mare, unico e bellissimo: i riflessi trasparenti che esaltano e rendono famosa la Grotta Azzurra già nota ai tempi di Tiberio che la utilizzava come ninfeo sono tuttora evidenti e illuminano le innumerevoli grotte disseminate lungo la costa dell'isola e nelle vicinanze dei Faraglioni.

SOLARITÀ ITALIANA
Se l'ospitalità è un'arte, sull'isola ha raggiunto la sua massima espressione. Fra sentori storici, passione per la buona cucina e vedute mozzafiato, alloggiare qui è un sogno ad occhi aperti. Nel cuore di Capri, infatti, c'è la Palma a ridosso della Piazzetta: un secolo fa il notaio Pagano decise di adibire la dimora a locanda e fondò l'allora Hotel Pagano luogo preferito da artisti, scrittori e poeti, nonché principi, attori e sceicchi. Pavimenti in cotto, bianchi divani, fiori: tutto rende accogliente e superlativo alloggiare in questo luogo magico.
Poi c'è il mitico Grand Hotel Quisisana, tappa immancabile dal 1845 per chi ama l'eleganza extra lusso. Gestito dalla Famiglia Morgano, l'Hotel colpisce per le architetture, gli arredi di gusto e la tipica atmosfera mediterranea: solare e sempre accogliente. Squisite prelibatezze al Ristorante Qvisi deliziano il palato mentre i trattamenti della QvisiBeauty donano armonia e relax agli ospiti.

ANTAGONISMO D'AMORE
Nell'VIII secolo a.C. i coloni di un pacifico insediamento greco costruirono una lunga e ripida scala scavata nella roccia per collegare la marina con la parte più alta dell'isola. Così è nata Anacapri, che secoli dopo fu sede della residenza imperiale di Augusto e poi di Tiberio. Oggi basta guardare la location del Caesar Augustus per capire che sull'isola regna dappertutto il gusto per le cose belle. La Villa di lusso, sede del prestigioso Hotel della catena Relais & Chateaux, è appartenuta ad un principe russo di cui si conserva l'antica statua di Cesare che svetta sulla terrazza. Vip e ospiti capaci di apprezzare quella parte dell'isola che conserva ancora intatto il suo aspetto più naturale, non possono fare a meno di alloggiare qui. Infatti Paolo Signorini, Direttore del Caesar Augustus, definisce amorevolmente Anacapri come "un paese di montagna al mare".

BELLEZZE NATURALI
D'obbligo anche una visita ad un altro gioiello di ospitalità: il Capri Palace, l'Hotel & SPA a cinque stelle deluxe ai piedi della collina del Monte Solaro, con vista impareggiabile sul Golfo di Napoli e Ischia. Nato nel 1960, l'Hotel ha un'antichissima origine in una locanda posta un tempo nel centro di Anacapri. Meta raffinata, oggi il Capri Palace che fa parte del gruppo The leading Small Hotels of the World ha un'architettura di un antico palazzo patrizio fra colonne, volte e arcate, pavimenti in pietra e preziosi decori. Il fascino del luogo si estende ovunque, per approdare persino all'interno del suo centro wellness altamente specializzato: trattamentibenessere ad hoc, totalmente naturali, menu dietetici e tanto altro ancora da scoprire nella esclusiva Capri Beauty Farm.