Napoli contaminata dalla storia, Napoli nella morsa dell'arte e Napoli invasa dalla bellezza: la Campania cerca di rilanciare l'immagine di una terra meravigliosa che negli ultimi mesi è balzata agli onori delle cronache con l'emergenza spazzatura. Questi gli slogan che sono stati scelti per promuovere il turismo all'esterno. Il verbo “invadere” non è forse casuale, visto che si parla sempre dell'invasione di spazzatura tra le strade. Per l'Italia la campagna pubblicitaria è diversa da quella prevista per l'estero. E sulle pagine dei principali quotidiani ci saranno immagini della Napoli dell'arte: il Cristo velato della cappella di San Severo, la vista del Golfo dalla Certosa di San Martino, piazza Plebiscito e Castel dell'Ovo. Il tutto con un titolo, provocatorio e ironico, “Monnezza a chi?” e una didascalia: ”Vieni a vedere con i tuoi occhi com'è veramente Napoli”. Ma anche dopo i ponti del 25 aprile e del 1 maggio il turismo a non va a gonfie vele come gli anni scorsi. Quale momento migliore per approfittare delle offerte sicuramente vantaggiose che le agenzie di viaggio proporranno? La capitale del Mezzogiorno è sicuramente una delle città più belle d'Italia, unica già dalla configurazione naturale: si apre a forma di anfiteatro sul mare ed è delimitata dal Vesuvio (il vulcano più famoso del mondo), dalle costiere sorrentina e amalfitana e dalle meravigliose isole di Capri, di Ischia, di Procida e dal Capo Miseno. La Campania è una regione ricca di arte e di storia, in cui si trovano siti unici al mondo per il loro valore culturale e naturalistico. Per scoprire le meraviglie di questa terra si può partire dal Vesuvio con le rovine di Pompei ed Ercolano. Sì può poi proseguire con le bellezze naturalistiche del golfo di Napoli: l'arcipelago formato dalle isole di Capri, Ischia e Procida, la città di Sorrento e, più a sud, la Costiera Amalfitana. E poi, spostandocisi a ovest, si incontrano i Campi Flegrei. Infine, si può concludere il viaggio con una visita alla maestosa Reggia di Caserta.